Banner

Incontro alla scuola Borsellino con i rappresentanti della Confartigianato di Ancona

Le classi terze della scuola “Paolo Borsellino” hanno assistito ad un incontro con i rappresentanti della Confartigianato, nell'Aula Magna del nostro istituto, che aveva lo scopo di favorire una conoscenza migliore dell'artigianato. L'incontro, avvenuto giovedì 22 novembre alle ore 11, è stato guidato da Daniela Larice (rappresentante della sezione scuola della Confartigianato di Ancona) che ci ha spiegato come funziona l'azienda e da Gabriele Silvi (maker artigiano digitale) che ha mostrato agli alunni alcune delle loro innovazioni tecnologiche. Un'invenzione che ha colpito tutti è stata la stampante 3D che dava vita a oggetti tridimensionali come macchine, protesi e giocattoli. Altre creazioni molto curiose sono stati tre piccoli robot che si muovevano grazie a dei sensori: camminavano da soli e si fermavano non appena sentivano un ostacolo.

Leggi tutto

Alberto Manzi, insegnante per molti, modello per alcuni, tra cui la nostra vicepreside

Un mestiere vagheggiato sin dai banchi della scuola elementare ma scelto come professione grazie a un personaggio televisivo. Ma non un ballerino, un cantante o un attore. Il modello per la nostra vicepreside, che l’anno prossimo andrà in pensione, è stato il maestro Alberto Manzi. L’abbiamo intervistata per farci raccontare come è stato insegnare per tanti anni ma anche per scoprire il suo legame con Manzi.

“Diventare maestra era il suo sogno fin da piccola o è vero che si è ispirata, come siamo venuti a sapere, al maestro Alberto Manzi?”

“Il sogno di diventare maestra è nato più o meno dalla scuola elementare. Non avevo le idee molto chiare e nella mia mente c'erano altre professioni come la pittrice o la dottoressa. Era un desiderio non definito ma con il tempo lo è diventato, grazie all'influenza del maestro Alberto Manzi”.

Leggi tutto

Come scegliere la scuola superiore: cuore o testa?

Scegliere la scuola che più interessa è facile ma molti adolescenti possono non essere sicuri su cosa faranno da grandi. Ad esempio Teresa Mancia farà quasi sicuramente il Classico perché anche se sente dalla gente che questo Liceo è difficile non si arrende: le piacciono il greco, il latino e l’italiano. Seguire la testa significa riflettere sulla scelta, ma a volte succede che non è ciò che piace. Teresa Cantarini ci racconta che un professionale non fa per lei perché teme di poter trovare un ambiente poco stimolante per quanto riguarda lo studio.

Leggi tutto

Gli alunni della primaria alla scoperta della scuola “Borsellino”

Gli alunni delle quattro classi quinte della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “Lorenzo Lotto” hanno visitato, prima di Natale, la scuola secondaria di primo grado “Borsellino” di Jesi per il progetto continuità. Gli studenti, accompagnati dalle maestre, hanno incontrato i docenti della secondaria e svolto alcune attività, guidati dagli alunni delle classi seconde, che hanno fatto loro da tutor. 

Leggi tutto